Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Chiesa povera tra i poveri

· Il Papa risponde alle domande di una radio di una «villa miseria» di Buenos Aires ·

Papa Francesco ha dialogato con i poveri di una villa miseria di Buenos Aires sulla presenza concreta della Chiesa in mezzo agli emarginati. Lo ha fatto rispondendo alle domande in un’intervista, concessa in video, alla radio FM 88.1 che trasmette da Bajo Flores.

L’intervista al Papa è stata trasmessa in video nel pomeriggio di giovedì 13 marzo

E così nella capitale argentina, nel pomeriggio di giovedì 13 marzo, nell’anniversario della sua elezione al Pontificato, gli abitanti della villa miseria 1.11.14 — appunto nel quartiere di Bajo Flores, che ha il suo cuore nella parrocchia Madre del Popolo — hanno ascoltato l’intervista.

La lunga riflessione del Papa è tutta incentrata sulla Chiesa, il Vangelo, i poveri e la povertà. Papa Francesco ha riflettuto sul lavoro pastorale dei curas villeros, i sacerdoti che lavorano nelle periferie fra i più poveri. In particolare Papa Bergoglio, proprio in riferimento alla situazione dei quartieri più poveri, ha rimarcato l’importanza dell’educazione dei giovani e dell’accompagnamento nella loro crescita. Insistendo sul fatto che quanto fanno i sacerdoti nelle villa miseria «non è una cosa ideologica bensì una missione apostolica».

Papa Francesco ha anche ricordato quanto in passato è stato detto a proposito di questi preti. E ha spiegato che «non erano comunisti», ma «grandi sacerdoti che lottavano per la vita: lavoravano per portare la parola di Dio agli emarginati. Erano — ha aggiunto — sacerdoti che ascoltavano il popolo di Dio e lottavano per la giustizia». Il Papa ha indicato poi la necessità di «avere un atteggiamento di povertà, di servizio, di aiuto agli altri» ma allo stesso tempo bisogna «lasciarsi aiutare dagli altri, perché abbiamo bisogno gli uni degli altri».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE