Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Chiamati
a promuovere la pace

· ​Dal 2 al 4 marzo la plenaria della Comece ·

«La vocazione dell’Europa a promuovere la pace nel mondo»: questo sarà il tema che impegnerà i 27 vescovi membri della Commissione degli episcopati della Comunità europea (Comece) nel loro incontro a Bruxelles, dal 2 al 4 marzo prossimi, per l’assemblea plenaria di primavera.

Lo ha comunicato il segretariato Comece, spiegando che nel corso dell’appuntamento, che sarà a porte chiuse, i vescovi «saranno aggiornati da esperti riguardo la situazione geopolitica ai confini meridionali e orientali esterni dell’Unione europea» e sulle «nuove sfide per la sicurezza». In questa prospettiva, il comunicato riferisce anche che Federica Mogherini, alto rappresentante dell’Ue per gli Affari esteri e la sicurezza, è stata invitata a parlare ai vescovi «sul profilo di una nuova strategia globale dell’Ue». Sul tappeto dunque i rapporti e le strategie per lo sviluppo dei Paesi più poveri, le ondate migratorie, la lotta al terrorismo fondamentalista.

All’attualità geopolitica si affiancherà anche una riflessione teologica ed etica sul valore della pace che sarà guidata dall’irlandese don Seàn Heal, dell’organizzazione no profit Social Justice. Verrà inoltre discussa dai vescovi una bozza di documento sulla vocazione dell’Europa nella promozione della pace nel mondo, preparata congiuntamente dalla Comece e dalla Commissione europea Justitia et Pax. Ampio spazio, ovviamente, sarà poi specificamente dedicato alla questione dei rifugiati in Europa, con un intervento del vescovo di Eisenstadt, Ägidius Johann Zsifkovics, che relazionerà sul del recente incontro del 16 febbraio ad Heiligenkreuz tra i vescovi dei Paesi di ingresso, transito e destinazione dell’attuale ondata migratoria.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE