Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Chi era veramente
Giovanni XXIII?

· È possibile capirlo solo partendo dai suoi diari ·

"Giovanni XXIII viene chiamato spesso, in modo simpatico ma riduttivo, il Papa buono, lasciando intendere un’idea ingenua e leggera di bontà.

 I suoi diari rappresentano invece contributo importante per consegnare alla storia la figura spirituale di Papa Giovanni nella sua interezza: l’uomo dalle radici semplici e genuine, appassionato studioso e scrittore colto, diplomatico esperto e sensibile, pastore dedito ed equilibrato, prete obbediente e libero, uomo di Chiesa e di mondo, cristiano devoto e umile, pontefice lungimirante e coraggioso". Così don Ezio Bolis, direttore della Fondazione Papa Giovanni XXIII di Bergamo, intervenuto il 15 marzo a Bergamo all'incontro «I diari Roncalli sulle vie del mondo», indetto in occasione del dono delle agende e dei diari di Giovanni XXIII a trecento grandi biblioteche del mondo. Presenti anche il cardinale Loris Francesco Capovilla, il vescovo di Bergamo, monsignor Francesco Beschi, e Alberto Melloni, che ha diretto la pubblicazione dei dieci volumi dei Diari di Roncalli.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE