Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Si fermano le ostilità
al confine coreano

· Entra in vigore l’accordo tra Seoul e Pyongyang ·

Ancora un importante — e decisivo — passo in avanti per riportare la pace al 38° parallelo. Gli eserciti della Corea del Sud e della Corea del Nord hanno infatti dato il via oggi alla cessazione di «tutti gli atti ostili» lungo il confine, nel primo giorno d’applicazione del Comprehensive Military Agreement (Cma). Lo ha confermato il generale sudcoreano Park Han-ki, comandante delle forze armate congiunte di Seoul, in visita all’isola di Yeonpyeong, ubicata poco sotto la linea di demarcazione. Park, nel resoconto della agenzia di stampa sudcoreana Yonhap, ha descritto l’applicazione dell’accordo come «il primo passo di un nuovo cammino di pace e prosperità» della penisola coreana. «Adesso — ha aggiunto — noi militari staremo in prima fila per la pace».

Il Cma è stato siglato il 19 settembre durante il vertice di Pyongyang tra il presidente sudcoreano, Moon Jae-in, e il leader nordcoreano, Kim Jong-un. L’intesa definisce, tra l’altro, la creazione di zone cuscinetto al confine per prevenire scontri accidentali e conflitti. Le parti, inoltre, si sono impegnate a evitare esercitazioni di artiglieria e manovre dal livello di reggimento in poi nei cinque chilometri dalla Linea di demarcazione militare. Aree vietate al volo sono state individuate lungo la zona demilitarizzata, insieme al bando di droni, elicotteri e altri aerei in un settore fino a quaranta chilometri dalla linea di demarcazione militare. Le Coree hanno inoltre deciso di adottare provvedimenti per stemperare la tensione lungo il confine marittimo nel mar Giallo. «Il Nord ha applicato misure di blocco degli atti ostili, incluso la cessazione delle operazioni di artiglieria lungo la costa», ha spiegato il ministero della difesa di Seoul. E a dare ulteriore slancio al clima positivo tra le due Coree, Moon, intervenendo in parlamento, ha detto che «molto presto» Kim si recherà in visita ufficiale a Seoul.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE