Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Cessate il fuoco nello Yemen

· Annunciato dall’Onu e accettato dai belligeranti ·

L’Onu ha annunciato l’entrata in vigore di un cessate il fuoco di 72 ore, prorogabili, in Yemen a partire da oggi, con la speranza di mettere fine a un conflitto che ha causato quasi 7000 morti e una pesantissima crisi umanitaria.

Il luogo della strage dell’8 ottobre scorso a Sana’a (Reuters)

La tregua comincerà questa notte alle 23.59 locali, ha indicato il mediatore dell’Onu per lo Yemen, Ismail Ould Cheikh Ahmed, che ha assicurato di aver ricevuto l’impegno di «tutte le parti» coinvolte nella guerra. Il presidente yemenita, Abd Rabbo Mansour Hadi, aveva in precedenza annunciato un cessate il fuoco di 72 ore prorogabile ma non aveva annunciato la data di inizio. L’annuncio del presidente Hadi giunge dopo che Stati Uniti, Gran Bretagna e l’inviato Onu per lo Yemen, Ismail Ould Cheikh Ahmed, domenica, in un incontro a Londra con i ministri degli esteri dell’Arabia Saudita e degli Emirati Arabi Uniti, avevano esortato le parti in guerra a porre fine alla guerra civile. Anche i ribelli huthi, attraverso il loro portavoce Muhammad Abdulsalam, si sono detti favorevoli, sottolineando che il cessate il fuoco è quello che «gli yemeniti chiedono». Abdulsalam ha comunque escluso una ripresa per il momento dei negoziati di pace con il governo. L’inviato speciale dell’Onu per lo Yemen ha presentato la tregua come «una ripresa della cessazione globale delle ostilità» che era stata instaurata il 10 aprile scorso, ma che non era stata rispettata; e ha fatto notare che questa nuova tregua «eviterà al popolo yemenita nuovi spargimenti di sangue e consentirà di ampliare la consegna degli aiuti umanitari».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 luglio 2018

NOTIZIE CORRELATE