Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Centinaia di migliaia di persone
ancora senza un tetto

· A un mese dal sisma e dal maremoto in Indonesia ·

A circa un mese dal sisma e dal successivo maremoto che hanno investito l’isola indonesiana di Sulawesi, con un drammatico bilancio di oltre 2000 morti, più di 220.000 persone sono ancora senza un tetto. Lo hanno reso noto le organizzazioni umanitarie che, tra enormi difficoltà, operano sul posto. E le forti piogge cadute negli ultimi giorni sull’isola aumentano il rischio di un focolaio di malattie, ostacolano ulteriormente i soccorritori e mettono a repentaglio le migliaia di famiglie che hanno perso le loro case e stanno dormendo in rifugi di fortuna o sotto i teloni. Negli ultimi giorni sono stati segnalati numerosi casi di malaria, dengue e varicella, soprattutto tra i bambini. E con il passare delle ore, indicano gli esperti sanitari, le persone che si ammaleranno saranno sempre di più, considerato quanto sia difficile mantenere standard igienici, con le piogge che forniscono terreno fertile per le zanzare e con centinaia se non migliaia di cadaveri in stato di decomposizione ancora disseminati un po’ ovunque. Dopo il doppio disastro, le vite di centinaia di migliaia di bambini a Sulawesi sono ancora lontane dal tornare alla normalità, ha fatto presente l’Unicef, il Fondo della Nazioni Unite per l’infanzia. «I bambini sono ancora senza casa, fuori dalla scuola e hanno bisogno di supporto psicosociale per essere aiutati a superare i traumi subiti», si legge in una nota dell’Unicef. Inoltre, più di 1500 scuole sono state danneggiate dal terremoto di magnitudo 7,5 sulla scala Richter e dal maremoto, con 184.000 studenti che non hanno un luogo per le attività didattiche.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE