Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Pilastri
dell’ecumensimo

· Celebrazione del segretario di Stato ·

«Una preghiera per i fratelli cristiani ancora separati e le comunità cattoliche scandinave», ma soprattutto «per il viaggio di Papa Francesco a Lund in Svezia, il 31 ottobre, per prendere parte a una cerimonia congiunta fra la Chiesa cattolica e la Federazione luterana mondiale, per commemorare il 500° anniversario della Riforma».

È la missione affidata espressamente dal cardinale segretario di Stato Pietro Parolin alle suore dell’ordine del Santissimo Salvatore di Santa Brigida, durante la messa di ringraziamento per la canonizzazione di madre Maria Elisabetta Hesselblad, celebrata all’indomani, lunedì mattina 6 giugno, nella chiesa romana del Gesù. «L’efficacia dell’ecumenismo non è legata alle nostre buone intenzioni, ma alla capacità di rimanere uniti a Gesù: più lo saremo, maggiore sarà anche l'unione tra noi» ha spiegato il cardinale. Ed «è quello che aveva ben compreso madre Hesselblad» che «racchiude in sé la forza ecumenica della comunità dei credenti».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE