Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Canali di bontà

· Il Papa ai ragazzi dell’Azione cattolica ·

Mi Hwa Kweon, «Gesù a casa di Marta e Maria»

«Gesù vuole nascere in voi, nel vostro cuore, per donarvi la gioia vera che nessuno potrà togliervi». È la consolante certezza che Papa Francesco ha assicurato ai ragazzi dell’Azione cattolica italiana (Acr) in occasione della tradizionale udienza in vista del Natale, svoltasi stamane, giovedì 20, nella sala del Concistoro. Con una raccomandazione: quella di offrire questa gioia agli altri coetanei «che vivono situazioni di sofferenza, momenti di difficoltà». E in special modo, ha aggiunto il Pontefice, «a quelli che vedete più soli e magari maltrattati». Con l’esortazione a essere «con tutti generosi “canali” di bontà e di accoglienza, per costruire un mondo più fraterno, più solidale, più cristiano».

Commentando il tema del cammino formativo di Acr, incentrato quest’anno sull’incontro di Gesù con le due sorelle Marta e Maria di Betania, il Papa ha quindi rilanciato «la chiamata a essere amici di Gesù, a conoscerlo sempre meglio, incontrarlo ogni giorno nella preghiera, per poter essere suoi missionari». Si tratta, ha spiegato, «di trasmettere un annuncio bello», ovvero il messaggio «che tutti siamo amati dal Signore»; perché — ha proseguito Francesco — «questa è la vera e grande, buona notizia che Dio ha dato al mondo con la venuta del suo Figlio Gesù in mezzo a noi. Tutti noi siamo amati dal Signore. Ci ama! Tutti insieme e uno ad uno».

Infine il Pontefice ha incoraggiato i ragazzi per l’iniziativa di carità promossa per «sostenere il diritto al cibo e la dignità di chi lavora la terra» e li ha ringraziati per l’utile dono — destinato all’Elemosineria Apostolica — di «prodotti che serviranno per l’igiene personale di tante persone povere».

Il discorso del Papa

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE