Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Per cambiare
la direzione della storia

· Celebrazione presieduta dal cardinale segretario di Stato prima della firma dell’accordo tra il Governo colombiano e le Farc ·

Una celebrazione per la riconciliazione del popolo colombiano è stata presieduta dal cardinale segretario di Stato Pietro Parolin nella chiesa di San Pietro Claver, poco prima della firma dell’Accordo finale tra il Governo di Bogotá e le Forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc-Ep).

“Desidero in primo luogo – ha detto il cardinale all’omelia - trasmettere la vicinanza del Papa Francesco al caro popolo colombiano e alle sue autorità, specialmente nella presente circostanza della firma dell’Accordo finale fra il Governo della Colombia e le Farc-Ep. Il Santo Padre ha seguito con grande attenzione gli sforzi di questi ultimi anni, alla ricerca della concordia e della riconciliazione. Diverse volte li ha incoraggiati, senza prendere parte alle soluzioni concrete che sono state negoziate, e sulle quali decideranno, in modo libero, consapevole e in coscienza, gli stessi cittadini. Il Papa ha sempre promosso il rispetto dei diritti umani e dei valori cristiani, che si trovano al centro della cultura colombiana”.

“Credo – ha aggiunto - che tutti noi che siamo qui presenti siamo coscienti che, in fondo, siamo sì alla conclusione di un negoziato, ma anche all’inizio di un processo, ancora aperto, di cambiamento, che richiede l’apporto e il rispetto di tutti i colombiani”.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

12 dicembre 2017

NOTIZIE CORRELATE