Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Cambiamenti climatici
e diritti umani

· A settembre a New York un vertice con trenta leader religiosi ·

Ginevra, 7. Un vertice interreligioso sui cambiamenti climatici si terrà a New York il 21 e il 22 settembre 2014. All’incontro, organizzato dal World Council of Churches (Wcc) in collaborazione con l’organizzazione non governativa Religions for Peace, parteciperanno più di trenta leader delle varie religioni mondiali.

Ne dà notizia il sito in rete del Wcc, spiegando che il senso dell’appuntamento è quello di «incoraggiare i leader politici e internazionali ad affrontare concretamente le cause e le conseguenze del cambiamento climatico».

Non a caso, viene sottolineato, il vertice dei rappresentanti religiosi avrà luogo immediatamente prima del summit dell’Onu sul clima convocato per il 23 settembre dal segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, con l’obiettivo di richiamare l’attenzione mondiale sui temi dell’emergenza ambientale e favorire il raggiungimento di nuovi accordi politici internazionali per la riduzione delle emissioni inquinanti entro il 2015.

I membri del Wcc auspicano, inoltre, che la voce dei rappresentanti religiosi possa essere ascoltata anche in occasione delle prossime Conferences of Parties sui cambiamenti climatici in programma a Lima nel dicembre di quest’anno e a Parigi nel 2015. «Uniremo la nostra voce perché il legame tra la difesa dei diritti umani e i cambiamenti climatici sia affrontato sistematicamente», ha detto Daniel Murphy, rappresentate della Environmental Justice Foundation, intervenendo al comitato centrale del Wcc.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

11 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE