Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

A Calais
si prepara lo sgombero

· Senza certezze sui minori non accompagnati ·

Conto alla rovescia per lo sgombero della tendopoli a Calais. Secondo la stampa francese, l’evacuazione della cosiddetta «giungla» dei migranti, nel nord della Francia, dovrebbe cominciare all’alba del 24 ottobre. Con 150 pullman, nei primi due giorni dovrebbero essere evacuati da Calais già in 4000, cioè quasi due terzi dei 6500 rifugiati attualmente nel campo. 

Migranti nella “giungla” di Calais (Afp)

Alcuni trafficanti di esseri umani propongono gli ultimi passaggi verso le coste inglesi: c’è chi ha tentato di attraversare la Manica in canotto. Restano alcune incognite sui centri di accoglienza e orientamento (Cao) allestiti ai quattro angoli del paese per accoglierli. E, in particolare, è delicata la situazione dei 1290 minori non accompagnati. Circa 500 di loro hanno parte della famiglia in Gran Bretagna. Si tratta di capire se anche altri, come i 14 trasferiti in questi giorni nel Regno Unito, saranno presi in carico da Londra. A proposito di minori non accompagnati, si aggiornano i dati relativi agli arrivi in Italia: da gennaio sono ormai oltre 20.000 i bambini non accompagnati o separati dai genitori giunti via mare sulle coste italiane. Sulle questioni delle migrazioni è intervenuta oggi l’alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza comune dell’Ue, Federica Mogherini. A proposito dei mancati ricollocamenti di richiedenti asilo in paesi europei, Mogherini ha ribadito che «le regole sono regole in tutti i differenti campi». E ha ricordato che nel caso dei ricollocamenti non si tratta solo di regole della commissione europea ma di «decisioni che gli stati membri hanno adottato nel consiglio dei capi di stato e di governo».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE