Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Buoni risultati

· ​La visita a Parigi del patriarca di Mosca ·

Hanno parlato soprattutto del problema dell’erosione dei valori cristiani tradizionali nell’Europa di oggi e condiviso la medesima battaglia a difesa della famiglia: nell’incontro avuto lunedì scorso a Parigi, il cardinale arcivescovo André Vingt-Trois e il patriarca di Mosca hanno ribadito che su molti temi Chiesa cattolica e Chiesa ortodossa si trovano sulla stessa lunghezza d’onda. «Abbiamo saputo della ferma posizione espressa dal vostro episcopato durante le proteste contro la legge sull’adozione dei bambini da parte di coppie dello stesso sesso», ha detto Cirillo, esprimendo «solidarietà» su tale questione, come su quella, più generale, dei “matrimoni” fra persone omosessuali.

Il primate ortodosso ha inoltre ringraziato il cardinale arcivescovo per il supporto dato alla costruzione della cattedrale della Santa Trinità — consacrata il 4 dicembre da Cirillo durante la sua visita di tre giorni a Parigi — e del Centro culturale e spirituale russo sul lungosenna Branly, a due passi dalla torre Eiffel. Vingt-Trois dal canto suo si è congratulato per la cerimonia, avvenuta di fronte a centinaia di fedeli, famiglie di emigrati russi e noti artisti, testimonianza, ha osservato il porporato, «delle buone relazioni fra i nostri paesi, delle quali la cattedrale è il simbolo».
In visita al seminario ortodosso russo di Épinay-sous-Sénart, Cirillo ha ribadito questo concetto: «Che Dio consenta lo sviluppo di buone relazioni per aiutare a costruire un atteggiamento realistico e reciprocamente vantaggioso di fronte alle sfide politiche attuali. Sono molto soddisfatto di questo viaggio a Parigi, incoraggiato dal risultato dei miei incontri e colloqui». E, sulla consacrazione della cattedrale: «Dio aiuta a realizzare i progetti più incredibili e la realizzazione di questi progetti sembra di per sé un miracolo. È difficile al momento valutare il fatto della presenza della cattedrale e del Centro culturale e spirituale ortodosso russo nel cuore di Parigi. Ho già comunque visto il notevole interesse di vari rappresentanti della società francese riguardo ciò che può essere sviluppato insieme, fuori e dentro questa struttura».
A Parigi il patriarca di Mosca ha incontrato fra gli altri il presidente della Repubblica francese, François Hollande, con il quale ha parlato soprattutto della protezione dei cristiani nel Medio oriente e della crisi in Ucraina: «Destino dell’uomo e vite umane, queste sono le cose principali, e questo è esattamente ciò di cui ho parlato con Papa Francesco all’Avana. La Chiesa russa è pronta a cooperare con tutte le parti interessate sul tema della tutela della presenza cristiana in Medio oriente», ha affermato Cirillo.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 ottobre 2018

NOTIZIE CORRELATE