Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Bruxelles avverte Londra risponde

· In Parlamento Cameron attacca le politiche di bilancio Ue ·

«Non pagheremo i due miliardi a dicembre; contesteremo questa richiesta in ogni modo possibile». Questo il messaggio lanciato ieri dal premier britannico, David Cameron, in un intervento al Parlamento di Westminster, nel quale ha annunciato la sua intenzione di contestare punto per punto, tempi e modi applicati dall’Europa nel calcolare l’aggiustamento al budget dell’Ue per il Regno Unito, che ha imposto un contributo extra. «Se non si paga, scattano le multe» è il messaggio che il commissario Ue al Budget, Jacek Dominik, ha inviato a Londra. «Il regolamento impone che l’aggiustamento al budget sia pagato entro il primo di dicembre. Se questo non avviene, i servizi della commissione invieranno una lettera per segnalare la cifra mancante e chiedere spiegazioni» ha detto Dominik. Parole pesanti, dunque, a sei mesi dalle prossime elezioni britanniche.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE