Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

In Brasile
è l’ora dei laici

· Tema della prossima plenaria dell’episcopato ·

La riflessione sul ruolo dei cristiani laici «nella Chiesa e nella società», quale «sale della terra e luce del mondo», sarà il tema centrale dell’assemblea plenaria della Conferenza episcopale del Brasile, che si terrà dal 6 al 15 aprile prossimi ad Aparecida.

Lo annuncia il sito in rete dell’episcopato brasiliano, attraverso il quale il segretario generale e vescovo ausiliare di Brasília, monsignor Leonardo Steiner, sottolinea l’importanza di una prospettiva che rilanci la missionarietà della Chiesa. «I nostri laici, fratelli battezzati — spiega il presule — hanno un ruolo molto importante nella Chiesa in base alla vocazione che ricevono attraverso il battesimo» e per questo «sono invitati a essere testimoni di Gesù crocifisso e risorto».
Una chiave di lettura ecclesiale che tuttavia, ovviamente, non rinuncia all’impegno e alla testimonianza sulla scena pubblica. Tanto più in un contesto come quello attuale, in cui la società brasiliana è alle prese con una forte crisi morale ed economica. «I laici — continua il presule — hanno la missione di rinvigorire le comunità, secondo gli orientamenti offerti dai sacerdoti». Per questo, soprattutto nell’anno santo straordinario della misericordia, i pastori e i movimenti ecclesiali «sono chiamati a ripensare la missione dei laici nella società affinché siano in grado di portare la misericordia, la consolazione e l’attenzione ai più poveri e alle persone bisognose». All’attenzione dei presuli brasiliani — è attesa la partecipazione di 320 vescovi — anche l’elaborazione di un nuovo volume della serie «Pensando il Brasile», che presenta la visione dell’episcopato sulla realtà sociale del Paese. Già nel 2014, in occasione della plenaria, era stato elaborato il primo volume, intitolato «Le sfide poste dalle elezioni del 2014». Nel 2015, invece, il secondo volume aveva affrontato le disuguaglianze sociali, mentre quest’anno i presuli si concentreranno sulle prossime elezioni municipali. Naturalmente, spiega monsignor Steiner, i vescovi non intendono dare indicazioni di voto, bensì aiutare i fedeli a comprendere la difficile realtà politica. «La Chiesa deve avere sempre un’opzione per la democrazia — sottolinea il presule — e la Conferenza episcopale del Brasile ha sempre cercato di essere fedele anche agli orientamenti e alle indicazioni del magistero pontificio». Per questo, «a partire dal Vangelo, dai documenti della Chiesa e del magistero di Papa Francesco — spiega ancora monsignor Steiner — il libro rifletterà sulla situazione culturale, politica e sociale del Brasile e cercherà di proporre i modi per superare la crisi attuale».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 aprile 2019

NOTIZIE CORRELATE