Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Brasile e Argentina
fanno fronte

· Incontro a Brasilia tra Temer e Macri ·

Un fronte comune con il Messico contro la crescente onda protezionistica degli Stati Uniti. È questa la prospettiva per il mercato comune del subcontinente americano lanciata a Brasilia dai presidenti di Brasile e Argentina, Michel Temer e Mauricio Macri. Si tratta del terzo vertice bilaterale tenuto in sei mesi tra due leader che stanno progettando una politica economica comune in grado di favorire lo sviluppo dell’intera area tenendo conto dei nuovi equilibri che si stanno concretizzando dopo la vittoria di Donald Trump alle elezioni presidenziali negli Stati Uniti.

In primo luogo Macri si è detto preoccupato «per la situazione politica, sociale e umanitaria in Venezuela», paese che vive la più grande crisi economica della regione. Inoltre Caracas è attualmente sospesa dal Mercosur, il mercato comune dell'America meridionale del quale fanno parte in qualità di stati membri: Argentina, Brasile, Paraguay, Uruguay e appunto il Venezuela che però è escluso al momento per «non aver rispettato la carta del mercato comune sudamericano» né in termini di standard economici né per quel che riguarda quelli democratici.

Secondo il capo di stato argentino questo è il momento giusto per il Mercosur di cercare nuovi partner commerciali. «Ci sono vari paesi interessati ad ampliare le relazioni con noi», ha aggiunto rivelando che Argentina e Brasile hanno aperto un canale di dialogo con le autorità messicane. «Ovviamente questo cambio di scenario spinge il Messico a guardare a sud con sempre maggiore interesse», ha aggiunto Macri, riferendosi alla possibilità che gli Stati Uniti sospendano il Nafta, l’accordo di libero commercio con Messico e Canada.  

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE