Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Bouteflika
si è dimesso

· ​Il presidente algerino lascia dopo vent’anni al potere ·

 Dopo un mese e mezzo di proteste di piazza, e dopo avere perso anche il consenso dei militari, il presidente dell’Algeria, Abdelaziz Bouteflika, ha rassegnato ieri le dimissioni.

Manifestazioni dopo l’annuncio delle dimissioni di Bouteflika (Ap)

Il capo dello stato, informa l’agenzia di stampa algerina Aps, ha firmato una lettera in cui ha spiegato di avere preso la decisione per calmare gli animi e proteggere cittadini e prosperità del paese.

«Ho fatto questa scelta — ha precisato il presidente dimissionario — per evitare e prevenire le argomentazioni che distorcono la situazione in cui ci troviamo ed evitare che si trasformi in disordini gravi, per assicurare la protezione delle persone e dei beni». Secondo quanto prevede la costituzione algerina, è il presidente del Consiglio della nazione, la camera alta del Parlamento di Algeri, ad assumere i poteri di presidente ad interim per un massimo di novanta giorni, durante i quali dovranno essere organizzate elezioni presidenziali. Sarà, quindi, Abdelkader Bensalah, presidente del Consiglio della nazione dal 2002, ad assumere questo ruolo.

L’annuncio di Bouteflica è arrivato poche ore dopo che il ministero della difesa, guidato dal Capo di stato maggiore delle forze armate, generale Ahmed Gaïd Salah, ha insistito perché il presidente venisse rimosso immediatamente.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE