Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Borse nel caos

· ​Pechino svaluta lo yuan mentre le contrattazioni vengono bloccate per eccesso al ribasso ·

La Banca centrale cinese, in un editoriale pubblicato oggi sul suo sito, si dice capace di mantenere lo yuan «a un livello ragionevole di equilibrio» e di fare fronte «a quelle forze che speculano» e «provano a trarre profitto» sulla moneta. La rassicurazione arriva dopo che lo stesso istituto centrale ha svalutato nuovamente la moneta e i mercati regionali e mondiali hanno subito nuovi crolli.

Intanto, questa mattina le contrattazioni alla borsa cinese sono state sospese per eccesso di ribasso. L’agenzia di stampa ufficiale Xinhua ha confermato che tutte le contrattazioni a Shanghai e Shenzen sono state sospese per l’intera giornata, dopo che le azioni sono crollate di più del sette per cento. È la seconda volta nella settimana che le contrattazioni nelle borse cinesi vengono sospese per eccesso di ribasso.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE