Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La lunga scia di sangue
di Boko Haram

· Bombe contro una chiesa a Kano ·

Non si ferma la lunga scia di violenze a opera del gruppo estremista islamico Boko Haram. In Nigeria cinque persone sono morte e otto rimaste ferite in un attentato contro la chiesa cattolica di San Giorgio, nel quartiere di Sabon Gari, a Kano, nel Nord del Paese, già in passato colpito dai terroristi di Boko Haram.

Il luogo di un attentato compiuto dai terroristi a Kano (Afp)

Secondo il portavoce della polizia nigeriana, si è trattato «senza dubbio di un ordigno rudimentale piazzato dall’altro lato della strada». La bomba è esplosa durante la celebrazione della messa.

E sempre a Kano, nelle stesse ore, una donna kamikaze si è fatta esplodere presso l’università, ferendo cinque persone. L’attentatrice è stata bloccata dalle forze dell’ordine proprio all’ingresso dell’ateneo.

Nel frattempo, almeno quindici persone — tra le quali numerosi civili — sono morte ieri in un doppio attacco compiuto dai miliziani islamici a Kolofata, città del Camerun vicino al confine con la Nigeria.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

07 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE