Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Boko Haram
dilaga in Nigeria

· Ennesimo attacco dei terroristi nel Borno ·

Non conosce sosta in Nigeria la violenza dei terroristi del gruppo fondamentalista islamico di Boko Haram. Quella di ieri, infatti, è stata un’altra domenica di sangue e di orrore. Dopo avere sferrato l’ennesimo attacco contro Maiduguri, capitale dello Stato nord-orientale di Borno e strategico crocevia della regione, i terroristi hanno compiuto due attentati dinamitardi a Potiskum (località nel nord-ovest del Paese africano) e a Gombe (nel nord-est), uccidendo non meno di quindici civili.

Donne nigeriane in fuga dalle violenze di Boko Haram (Reuters)

Una settimana fa l’esercito nigeriano era riuscito a bloccare un tentativo dei Boko Haram di impossessarsi di Maiduguri, città con oltre un milione di abitanti, ingaggiando una battaglia finita con un pesante bilancio di vittime. I miliziani islamici erano però riusciti a conquistare una città vicina, Monguno, e una base militare. I fondamentalisti stanno, dunque, dilagando in tutto il nord-est, costringendo migliaia di persone a fuggire, senza avere alcuna protezione da parte delle forze armate. In questo contesto, a pochi giorni dalle elezioni presidenziali, i Paesi dell’Unione africana hanno auspicato la formazione di un contingente di almeno 7.500 uomini, che possa essere al più presto operativo contro i fondamentalisti islamici che dalla Nigeria nord-orientale stanno cercando di estendere la loro influenza ai confinanti Camerun, Ciad e Niger. «La guerra dei Boko Haram — ha sottolineato il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon — mette in pericolo la sicurezza nazionale, regionale e internazionale».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 aprile 2019

NOTIZIE CORRELATE