Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Bisogna
rieducare alla dignità

· Il presidente dell’episcopato pachistano dopo la tragica morte della piccola Zainab ·

Lahore, 13. Ferma condanna della Chiesa in Pakistan per lo stupro e l’omicidio di Zainab, una bambina musulmana di 7 anni trovata morta nei pressi di una discarica a Kasur, vicino a Lahore. 

«L’assenza della giustizia e l’ignoranza affliggono la nostra società. La mentalità prevalente — ha sottolineato monsignor Joseph Arshad, vescovo di Faisalabad e presidente della Conferenza episcopale — non può essere sconfitta solo dalle istituzioni accademiche. Le persone devono essere rieducate alla dignità umana. Creare opportunità di lavoro per i giovani può aiutare a diminuire il trend degli abusi sui minori».
Il crudele episodio ha spinto tanti utenti dei social network a rompere il muro del silenzio che avvolge il tema della pedofilia e dello stupro su minori nel paese asiatico. Il corpo della piccola Zainab, come accennato, è stato ritrovato in mezzo ai rifiuti. La minore era scomparsa da casa mentre si recava a lezione di religione islamica. Alcuni video rintracciati dalla famiglia mostrano la piccola mano nella mano con un uomo, ancora sconosciuto. I parenti lamentano che se quei filmati fossero stati acquisiti in tempo dagli inquirenti, forse la piccola si sarebbe potuta salvare. La tragica morte della piccola Zainab sta provocando finalmente un’ondata di indignazione per una piaga sulla quale troppo spesso si chiudono gli occhi. Venerdì pomeriggio, il Rawadari Tehreek (Movimento per la tolleranza) ha organizzato una marcia, partita da Lahore per concludersi, dopo un percorso di 50 chilometri, a Kasur. I manifestanti recavano striscioni sui quali campeggiava la scritta “Giustizia per Zainab”.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 giugno 2018

NOTIZIE CORRELATE