Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Benessere senza miopie

· Alla vigilia del viaggio in Africa Merkel chiede lungimiranza sui migranti ·

«Se vogliamo perseguire l’interesse tedesco, dobbiamo dire in maniera realistica che anche il benessere dell’Africa è nell’interesse tedesco». È quanto ha affermato il cancelliere tedesco Angela Merkel in un’intervista al settimanale Die Zeit. Merkel si recherà in Africa dal 9 all’11 ottobre.

Migranti soccorsi nel mar Mediterraneo (Afp)

Il cancelliere tedesco ha affermato che «il problema delle migrazioni non può scomparire se lo ignoriamo o se lo teniamo a distanza o ci isoliamo». Ha indicato, come scopo strategico «un ragionevole equilibrio» con il continente africano, sottolineando l’importanza di accordi con singoli stati. Ma Merkel ha anche definito «sempre più indispensabile che i profughi possano avere una vita abbastanza dignitosa in uno stato partner». In ogni caso, il cancelliere ha espressamente spronato gli industriali tedeschi a investire in Africa: «Dall’esperienza tedesca sappiamo che solo investimenti privati possono assicurare nel lungo periodo benessere e introiti fiscali», dunque «prosperità nei paesi africani». Sulle coste italiane gli sbarchi di migranti proseguono. In particolare, in Sardegna, al molo Ichnusa di Cagliari, è approdata ieri la nave spagnola Rio Segura con 1258 persone a bordo. Circa 900 di loro hanno passato la notte comunque sulla nave, visto che solo poco più di 350 hanno potuto essere identificati e hanno, quindi, potuto lasciare il molo. Intanto in Francia emerge la preoccupazione per la situazione relativa al campo profughi di Calais, definito la giungla, che deve essere sgomberato entro la fine dell’anno. Sembra che le prime operazioni possano iniziare il 17 ottobre. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE