Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Bene al centro

· La Santa Sede al Salone del libro ·

Che sul concetto di bene si sia misurata per duemila anni la ricchezza speculativa del pensiero cristiano appare persino scontato. Meno ovvio è che su questo tema si apra a un confronto senza reticenze anche il mondo culturale “laico”. Non è dunque di poco conto la scelta di dedicare al bene l’edizione del Salone internazionale del libro di Torino, che apre i battenti l’8 maggio. Ma già mercoledì 7 la Santa Sede, ospite d’onore, propone il primo dei suoi appuntamenti: una pre-inaugurazione con lectio magistralis del cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, sul tema «“Secondo le Scritture”. Scrittori e lettori divini e umani».

Per un mercato del libro che continua a perdere terreno a ritmi impressionanti (nel 2013 i lettori di almeno un volume all’anno sono calati di due milioni) c’è lo zoccolo duro di un’editoria cattolica che guadagna titoli e contiene l’emorragia di acquirenti: don Giuseppe Costa, direttore della Libreria editrice vaticana, parla addirittura di un’inversione di tendenza. Proprio per la Lev — che con una ricca selezione di titoli sarà presente al Lingotto, assieme ai Musei, alla Biblioteca apostolica, all’Archivio segreto, all’Osservatore Romano, alla Pontificia commissione per l’archeologia sacra, all’Ufficio filatelico e numismatico e alle Accademie pontificie, con il coordinamento del Pontificio Consiglio della Cultura — l’appuntamento costituirà un’occasione per presentare al grande pubblico le più recenti pubblicazioni di Papa Francesco. Alle parole del Pontefice sarà dedicato anche l’intervento del cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato, in calendario sabato 8.

A caratterizzare la presenza della Santa Sede sarà inoltre una fitta serie di dibattiti. Nelle giornate del Lingotto si parlerà di editoria religiosa, di comunicazione globale, di potere spirituale e potere temporale nella storia della Chiesa. Numerosi gli eventi culturali promossi in collaborazione con l’associazione Sant’Anselmo, l’arcidiocesi di Torino, il Cortile dei gentili e altri organismi. Al centro dell’attenzione questioni di carattere sociale come il rapporto tra economia e povertà, l’emergenza immigrati e rifugiati, il lavoro giovanile. In particolare, domenica 11 si svolgerà un incontro sul tema «Chi è e che cosa sta facendo Papa Francesco», al quale parteciperanno la vaticanista del Messaggero Franca Giansoldati, e la storica Lucetta Scaraffia. Il dibattito sarà moderato dal direttore del nostro giornale.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE