Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Basi dell’Onu attaccate
in Sud Sudan

· Uccisi tre caschi blu del contingente indiano ·

Un bambino dietro il filo spinato a Juba (Reuters)

Juba, 20. I caschi blu dell’Unmiss, la missione dell’Onu in Sud Sudan, sono stati fatti bersaglio nelle ultime ore di diversi attacchi, in uno dei quali sono stati uccisi tre uomini del contingente indiano. È accaduto nell’assalto alla base dell’Onu nei pressi di Akobo, una cittadina a pochi chilometri dal confine con l’Etiopia, nello Stato sudsudanese dello Jonglei, dove si sono estese le violenze esplose questa settimana nella capitale Juba. Nella base, secondo quanto confermato ieri sera da un portavoce di Unmiss, Farhan Haq, si erano rifugiati molti civili nel timore di violenze connesse allo scontro tra sostenitori del presidente Salva Kiir Mayardit e dell’ex vice presidente Riek Machar, rimosso dall’incarico lo scorso luglio.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 giugno 2019

NOTIZIE CORRELATE