Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Bartolomeo
in visita a Chambésy

· Per la celebrazione di tre anniversari ·

 Tre avvenimenti da festeggiare: il venticinquesimo anniversario dell’elezione di Bartolomeo ad arcivescovo di Costantinopoli e patriarca ecumenico; il cinquantesimo di fondazione del Centro ortodosso del patriarcato ecumenico; i vent’anni dell’Istituto di studi superiori in teologia ortodossa. Chambésy, vicino a Ginevra, li celebra con una serie di cerimonie che si svolgeranno da oggi, sabato 22, a lunedì 24 aprile, alle quali parteciperà lo stesso Bartolomeo. Questa mattina sono intervenuti, con le loro allocuzioni, il metropolita di Svizzera, Geremia, direttore del Centro ortodosso (fondato da Atenagora il 7 giugno 1966), l’arcivescovo di Telmessos, Job, rappresentante permanente del patriarcato ecumenico presso il Consiglio ecumenico delle chiese, e alcuni responsabili dell’Istituto di studi superiori fra cui il rettore, Vlassios Phidas. È stato proprio il patriarca ecumenico, con un discorso, a concludere l’incontro. Domani mattina si terrà la divina liturgia nella chiesa stavropegica di San Paolo, mentre lunedì le celebrazioni continueranno, sempre a Chambésy, con l’inaugurazione di una mostra fotografica al Centro ecumenico del World council of churches (dove Bartolomeo verrà accolto dal segretario generale del Wcc, reverendo Olav Fykse Tveit) e poi all’Università di Friburgo. In entrambi i casi è previsto un intervento del patriarca. Il viaggio in Svizzera dell’arcivescovo di Costantinopoli avrà un’appendice in Francia, martedì 25, per visitare la comunità di Taizé. Il primate ortodosso, assieme al priore, fratel Alois, parteciperà alla preghiera comune di mezzogiorno nella chiesa della Riconciliazione per poi rivolgersi con un breve saluto ai giovani presenti.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE