Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Bambini somali arruolati da Al Shaabab

· Il gruppo jihadista li strappa alle loro famiglie come forma di pagamento ·

Un bambino soldato somalo

Il gruppo terroristico Al Shabaab ha attuato una campagna di arruolamento di centinaia di giovani e sta esercitando crescenti pressioni sui civili per costringerli a consegnare i propri figli, rivela un rapporto dell’ong di difesa dei diritti umani Human rights watch (Hrw). Secondo l’inchiesta svolta in Somalia, alcuni dei bambini strappati con la forza alle proprie famiglie hanno anche meno di otto anni. I ragazzi reclutati con la forza vengono indottrinati nelle scuole coraniche gestite dagli Al Shabaab, per poi diventare combattenti.

Il rapporto di Hrw evidenzia che nel corso degli anni è cambiata la natura stessa del rapimento dei giovani somali. In passato i miliziani lo facevano prima di lanciare un’offensiva, per usarli come scudi umani, mentre oggi i bambini sono diventati un metodo di pagamento delle tasse imposte dagli Al Shabaab. Ulteriormente impoverite dalla siccità che blocca lo svolgimento regolare di attività agricole e di pastorizia, le comunità locali non riescono più a pagare le somme dovute quindi i terroristi si rifanno portando via i loro figli.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE