Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Bambini alla guerra

· Video dell’Is mostra l’addestramento militare dei minori ·

Segnali di incrinature nelle alleanze tra gruppi jihadisti

La feroce azione di propaganda del cosiddetto Stato islamico (Is) ha fatto segnare un nuovo e inquietante sviluppo con la diffusione, ieri, di un video nel quale si mostra l’addestramento militare di bambini indottrinati a uccidere.

Nel video un gruppo di bambini kazaki — figli di quelli che vengono definiti nuovi combattenti — appaiono dapprima mentre imparano l’arabo e i rudimenti dell’interpretazione fondamentalista dell’islam propagata dall’Is. Poi vengono mostrati in uniformi militari mentre si addestrano all’uso delle armi e nelle arti marziali.

In precedenza, sempre ieri, l’Is aveva diffuso anche un nuovo video nel quale appare l’ostaggio britannico John Cantlie, che i miliziani jihadisti hanno da settimane costretto a una sorta di ruolo di portavoce. Nel video, Cantlie accusa il presidente statunitense, Barack Obama, di aver deciso di «lasciar morire gli ostaggi», rifiutando di trattare «come invece fanno gli europei». In un altro video, l’Is rinnova la minaccia di issare la sua bandiera a Roma, in quanto cuore della cristianità.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE