Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Avanti il prossimo

· Lettera in risposta a ragazzi di seconda media ·

Alcuni testi del cardinale Carlo Maria Martini sono stati raccolti nel volume «Piccolo manuale della famiglia» (Firenze, Giunti, 2015, pagine 119, euro 10). Pubblichiamo stralci da due lettere, indirizzate a ragazzi di una seconda media e a Stefania.

Care ragazze e ragazzi, la vostra lettera mi ha colpito per la freschezza e la spontaneità; mi ha messo, però, anche a disagio. Non è facile rispondere. Voi vi rivolgete a me come a un esperto della carità, per sapere con quali gesti concreti, alla vostra età, voi potete «farvi prossimo». 

Il tutto è nato qualche settimana fa quando il vostro parroco, concludendo l’anno di catechesi della seconda media, vi ha invitato a prepararvi a rinnovare pubblicamente l’anno prossimo, la vostra professione di fede. Molto giustamente il parroco vi ha spiegato che la fede trova la sua piena espressione nella carità. Vi ha parlato delle tante iniziative pastorali della nostra diocesi, in questi mesi, attorno al tema della carità e vi ha anche detto che l’arcivescovo ha scritto una lettera dal titolo «Farsi prossimo». Di qui il vostro ricorso a me, come a un esperto da consultare.

Non vorrei deludervi, ma io non mi sento esperto, anzi credo che nessuno al mondo sia esperto della carità. Solo lo Spirito santo è il vero esperto: introduce piano piano nell’esperienza della carità coloro che lo pregano tanto e si lasciano guidare, nei colloqui di fede, ad ascoltare sempre più nitidamente la sua voce. Ecco, vedete, le indicazioni sui modi di «farsi prossimo» che vi dà il parroco, si inquadrano per molti di voi in un momento ancora sereno della vostra vita. In casa, pur con qualche screzio, vi sentite accolti. Avete rapporti semplici e gioiosi tra amici e amiche. Coltivate un’apertura fiduciosa verso il mondo degli educatori. Ma io vi aspetto al varco fra qualche mese o qualche semestre: molto sarà cambiato in voi!

di Carlo Maria Martini

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE