Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Per i rohingya
si teme la pulizia etnica

· Forte preoccupazione delle Nazioni Unite ·

Sono oltre 123.000 i profughi dell’etnia musulmana rohingya in fuga dalle violenze in Myanmar rifugiati nel vicino Bangladesh: lo riferisce oggi l’Unhcr, l’Alto commissariato dell’Onu per i profughi, rivendendo al rialzo le precedenti stime. Solo ieri, informa l’Onu, è stato registrato il più alto numero di rifugiati che hanno attraversato il confine in un solo giorno, ben 37.000 persone.

Rohingya rifugiati in Bangladesh (Reuters)

I campi al confine tra i due paesi asiatici, allestiti negli anni 90, sono stracolmi e, in migliaia, sono costretti ad accamparsi dove e come possono in attesa di oltrepassare la frontiera. La maggior parte dei rohingya in fuga è rappresentata da donne, bambini e anziani: «Ci sono moltissime ragazze in stato di gravidanza e neonati», ha rilevato un portavoce delle Nazioni Unite. Quella dei rohingya è una delle minoranze etniche più perseguitate al mondo, con migliaia di persone che ogni anno abbandonano le proprie case nel disperato tentativo di raggiungere il Bangladesh e gli altri Paesi confinanti. L’ultima fuga di massa è ripresa dopo i sanguinosi scontri avvenuti il 25 agosto scorso nello stato di Rakhine, nel nordovest del Myanmar, tra l’esercito e un movimenti insurrezionale in difesa dei rohingya. Scontri che hanno provocato decine di vittime tra i militari, cui l’esercito ha risposto con inaudita ferocia, attaccando ripetutamente i villaggi dei rohingya.

E l’Onu teme che la repressione militare in atto possa a breve trasformarsi in una sorta di pulizia etnica, un’ipotesi che il governo del Myanmar nega con decisione. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE