Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Auguri a Benedetto XVI
per l’ottantanovesimo compleanno

· Il pensiero di Francesco durante il volo verso l’isola di Lesbo ·

«Noi andiamo ad incontrare la catastrofe umanitaria più grande dopo la seconda guerra mondiale». Lo ha detto Papa Francesco incontrando i giornalisti durante il volo verso Lesbo. «È un viaggio — ha spiegato — un po’ diverso dagli altri. Nei viaggi apostolici noi andiamo a fare tante cose: vedere la gente, parlare... c’è anche la gioia dell’incontro. Questo è un viaggio segnato dalla tristezza, questo è importante. È un viaggio triste».

«Andiamo — e lo vedremo — da tanta gente che soffre, che non sa dove andare, che è dovuta fuggire» ha proseguito il Pontefice, aggiungendo: «E andremo anche ad un cimitero: il mare. Tanta gente lì è annegata».

«Lo dico — ha affermato ancora Francesco — non per amareggiare, non per amarezza, ma perché anche il vostro lavoro di oggi possa trasmettere nei vostri media lo stato d’animo con cui io faccio questo viaggio».

Prima di concludere l’incontro, il Papa ha ripreso il microfono per ricordare «che oggi Papa Benedetto XVI fa l’ottantanovesimo compleanno» e ha chiesto «una preghiera per lui». In un messaggio augurale indirizzatogli durante il volo si legge: «Il Santo Padre Francesco, insieme a tutti coloro che lo accompagnano nella sua visita a Lesvos — seguito e giornalisti — invia al Papa emerito Benedetto XVI gli auguri più affettuosi e cordiali in occasione del suo 89° genetliaco, chiedendo al Signore che continui a benedire il suo prezioso servizio di vicinanza e preghiera per tutta la Chiesa».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE