Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Attentato a Bogotá

· ​Attribuito alla guerriglia dell’Eln ·

Torna la violenza in Colombia. Un poliziotto è stato ucciso e cinque suoi colleghi feriti in un attentato che le autorità attribuiscono al gruppo guerrigliero dell’esercito di liberazione nazionale (Eln). 

Poliziotti sul luogo dell’attentato  a Bogotá (Afp)

L’attacco è avvenuto nella capitale Bogotá. Una ricompensa di 9800 dollari è stata promessa dalle forze dell’ordine a chi aiuterà a identificare e arrestare gli autori. L’Eln è un’organizzazione di guerriglia insurrezionale rivoluzionaria che opera in diverse aree della Colombia dal 1964. Ha meno affiliati ed è meno nota dell’altra guerriglia colombiana, le Forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc).
Dopo l’accordo raggiunto a novembre tra governo e Farc, Bogotá sta cercando di raggiungere un’analoga intesa di pace anche con l’Eln. E l’attentato nella capitale è avvenuto proprio in uno dei momenti più delicati nei colloqui.
L’accordo con le Farc implica ancora una serie di tappe e di concreti passaggi legislativi. Proprio ieri entrambe le camere del parlamento hanno approvato una legge per concedere l’amnistia per i reati minori, prevista dall’accordo di pace con le Farc. La misura — dicono gli analisti internazionali — riguarda la maggior parte dei reati commessi dai combattenti ma non assolve i guerriglieri che hanno commesso crimini di guerra o violazioni dei diritti umani, durante la guerra durata più di mezzo secolo, che ha provocato 220.000 morti.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 settembre 2018

NOTIZIE CORRELATE