Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Attacco di Al Shabaab
in Somalia

· ​Contro una base dell’Unione africana ·

Nuova offensiva degli Al Shabaab contro le forze di pace dell’Unione africana in Somalia (Amisom). Quattro peacekeeper ugandesi sono stati uccisi ieri nell’attacco sferrato contro una base a Bulamarer, a sud-ovest di Mogadiscio, dai terroristi di Al Shabaab. Lo ha dichiarato Ceaser Olweny, portavoce della forza dell’Ua, aggiungendo che i soldati rimasti feriti sono sei.

Un membro  delle forze di pace dell’Unione africana in Somalia

Mohamud Jimale, ufficiale dell’esercito somalo a Bulamarer, ha detto che gli Shabaab hanno subito perdite «molto pesanti» durante l’attacco e sono stati costretti a ritirarsi dopo una battaglia durata diverse ore. La base di Bulamarer, situata a circa 150 chilometri a sud di Mogadiscio, è stata colpita da una potente esplosione, probabilmente provocato da un pulmino carico di esplosivi destinato ad aprire una breccia nel recinto di protezione, prima che iniziassero violenti scontri tra i soldati dell’Ua e i miliziani. Gli Al Shabaab, collegati al movimento terroristico Al Qaida, hanno affermato dal canto loro di aver ucciso ben 59 soldati ugandesi dell’Amisom e di aver perso a loro volta 14 combattenti.

Domenica cinque membri di Al Shabaab erano stati uccisi durante un attacco aereo compiuto dall’esercito statunitense nell’ambito di un’offensiva contro i ribelli jihadisti. Lo ha annunciato ieri il comando statunitense per l’Africa (Africom). L’attacco aereo si è svolto a El Buur, nel centro della Somalia, a circa 400 chilometri a nordest di Mogadiscio — ha indicato l’Africom in un comunicato ufficiale — senza fornire ulteriori particolari sull’operazione. Un veicolo è stato distrutto e nessun civile è stato ucciso, ha affermato l’esercito statunitense.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE