Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Attacco all’istruzione femminile

· Distrutto un liceo per ragazze nella provincia della capitale afghana ·

Studentesse in una scuola   di  Kabul (Afp)

Attacco ad una scuola femminile in Afghanistan. Nella notte nel distretto di Shakar Dara, nella provincia della capitale, è stata data alle fiamme la Boyazar Girls High School. Lo riferisce il portavoce del ministero dell’interno Nasrat Rahimi, sottolineando che l’incendio nel villaggio di Nasiri è opera dei talebani. Al momento però non c’è stata rivendicazione. I talebani, in una dichiarazione del portavoce del gruppo, Zabihullah Mujahid, hanno respinto il coinvolgimento nell’incidente ricordando di aver assicurato che non avrebbero preso di mira progetti infrastrutturali nel Paese.

Funzionari del ministero dell’istruzione hanno affermato che circa settecento ragazze ricevono istruzione in quella scuola. In una nota hanno dichiarato che è bruciata l’intera biblioteca dell’istituto.

Non è la prima volta che una scuola viene bruciata in Afghanistan. Nel dicembre 2016 e nell’aprile 2018 si sono verificati almeno due incendi gravi che hanno distrutto due scuole.

Lo scorso maggio, la Loya Jirga, la tradizionale assemblea del popolo afghano convocata per discutere su temi particolarmente controversi, ha pubblicato un documento di 23 articoli che include la richiesta di salvaguardare i diritti delle donne, compreso il diritto all'istruzione e di includere le donne nei team dei processi di negoziazione con i talebani.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

09 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE