Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Atene pronta a risarcire
il Fondo monetario internazionale

· Tsipras a Mosca l’8 aprile per colloqui con il presidente Putin sulla crisi greca ·

Mentre continuano le trattative con l’Europa per la riqualificazione del debito, il Governo greco assicura che non ci sarà nessuno “strappo” con il Fondo monetario internazionale (Fmi). 

Il ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis (Reuters)

Atene ha infatti comunicato che il 9 aprile la tranche di debiti da 450 milioni di euro nei confronti del Fondo monetario internazionale verrà regolarmente pagata. Intanto, il premier greco, Alexis Tsipras, sarà a Mosca dall’8 al 9 aprile per discutere con il presidente russo, Vladimir Putin, della crisi greca e della situazione in Ucraina. E il 14 aprile dovranno essere pagati stipendi pubblici e pensioni.

Intanto, il quotidiano britannico «Telegraph» cita anonime fonti di Syriza, il partito di Tsipras, secondo cui l’Esecutivo sta mettendo a punto un drastico piano di emergenza da mettere in atto in caso di fallimento delle trattative con Bruxelles. Gli interventi previsti vanno dalla nazionalizzazione delle banche al ritorno alla dracma (che in teoria co-esisterebbe comunque con l’euro). Passando per la messa in mora dei pagamenti all’Fmi. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE