Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Atene non accetta ultimatum

· Tsipras punta sull’accordo con i creditori in vista del vertice dell’Ue ·

Lavoro e pensioni i punti in discussione

 Il Governo greco non accetterà ultimatum dai creditori internazionali né dall’Unione europea. Questa la posizione del premier ellenico, Alexis Tsipras, sottolineata ieri dal portavoce di Syriza, Nikos Filis. «Il mandato del popolo è di ottenere un accordo con i creditori con il quale la Grecia resti nell’euro senza pesanti misure di austerity» e i negoziati «si concluderanno prima del summit europeo del 21-22 maggio».

Il ministro delle Finanze greco Varoufakis (Ansa)

Nel caso in cui le richieste dei creditori fossero in contrasto con il programma di Syriza — ha ribadito il portavoce — il Governo di Tsipras è pronto a indire un referendum. La Grecia, in ogni caso, ha completato ieri il piano delle proposte ai creditori nella speranza di ricevere una risposta positiva prima del vertice. L’accordo dovrebbe sbloccare la tranche di 7,2 miliardi di euro di fondi di salvataggio. Secondo la stampa, sarebbero cinque le aree chiave su cui Atene e i suoi creditori stanno ancora discutendo e su cui si dovrà lavorare nei prossimi giorni: le previsioni macroeconomiche, gli obiettivi finanziari, le nuove misure fiscali, la riforma del mercato del lavoro e delle pensioni. Nonostante le difficoltà di liquidità, il ministro delle Finanze ellenico, Yanis Varoufakis, ha assicurato che verranno pagati regolarmente stipendi e pensioni.

Da Berlino intanto, arriva una nuova “doccia fredda”. Il ministro dell’Economia tedesco, Sigmar Gabriel, ha ribadito ieri che la Grecia «riuscirà a prendere altri aiuti finanziari solo se porterà» avanti le riforme.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 giugno 2017

Prossimi eventi

NOTIZIE CORRELATE