Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Assistenza spirituale per gli immigrati

· Collaborazione fra la Chiesa in Giappone e in Vietnam ·

Ho Chi Minh City, 7. Continua a dare i suoi frutti la collaborazione fra la Conferenza episcopale del Giappone e quella del Vietnam a favore dei migranti e contro lo sfruttamento lavorativo. Da diversi anni, infatti, le due Chiese lavorano a stretto contatto su diverse tematiche, sebbene il maggiore impegno è proprio quello nell’ambito della pastorale dei migranti e per l’evangelizzazione.

Dal 1979, circa duecentomila vietnamiti sono emigrati verso il Sol levante. Tra essi vi sono molti cattolici, con particolari esigenze di fede. Secondo i dati della Conferenza episcopale giapponese (Cbcj), i cattolici nel paese sono quattrocentocinquantamila, ovvero lo 0,37 per cento di una popolazione totale di circa centoventi milioni di persone. I sacerdoti sono milleottocento (di cui cinquecentodiciannove stranieri) e servono le sedici diocesi delle tre arcidiocesi di Tokyo, Osaka e Nagasaki.

Nel 2002, il cardinale vietnamita Jean-Baptiste Pham Minh Mân, arcivescovo emerito di Thàn-Phô Hô Chí Minh, ha avviato un programma di vocazioni per l’annuncio del Vangelo in Giappone. Dell’iniziativa si occupa ora monsignor Paul Bùi Văn Đoc, arcivescovo di Thành-Phô Hôồ Chí Minh. E la Conferenza episcopale nipponica ha diramato quest’anno un documento pastorale, dal tema: «Verso il Regno di Dio e raggiungendo i confini del paese». Esso invita le diocesi e le parrocchie a collaborare con il comitato per gli immigrati, rifugiati e residenti in Giappone (J-CaRM), affinché i fedeli stranieri possano partecipare attivamente ai sacramenti ed essere educati alla fede nella propria lingua. La Conferenza episcopale favorisce l’integrazione traducendo le informazioni pastorali e istituendo uffici diocesani di consulenza per problematiche sociali.

Lo scorso 24 settembre, i vescovi hanno organizzato la Giornata della migrazione e del rifugiato, per sensibilizzare i fedeli alla presenza e ai bisogni degli immigrati. Per l’occasione, dal 23 al 28 settembre, monsignor Joseph Đõỗ Mąnh Hùng, presidente della commissione per la cura pastorale dei migranti della Conferenza episcopale vietnamita (Cbcv), ha guidato in Giappone una delegazione per lavorare con il J-CaRM.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

27 giugno 2019

NOTIZIE CORRELATE