Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Ascoltando i Promessi sposi

· Su Radio Rai3 la lettura integrale del capolavoro di Alessandro Manzoni ·

«Riusciranno I Promessi Sposi a parlarci fuori dalle nebbie dei ricordi scolastici?» si legge sul sito di Radio Rai3, che ha iniziato un ciclo di lettura integrale del capolavoro di Alessandro Manzoni, il padre amato o rinnegato dei narratori italiani, capace di innescare simpatie profonde come anche forti allergie e altrettanto forti crisi di rigetto.

Dieci attori presteranno la loro voce al lunghissimo reading, diviso in cinquanta puntate, inaugurato il 21 aprile scorso da Fabrizio Gifuni.

La risposta alla domanda dell’incipit — «Riusciranno I Promessi Sposi a parlarci fuori dalle nebbie dei ricordi scolastici?» — è sì se chi interpreta il testo non si lascerà bloccare dal timore reverenziale, altrimenti la stima esibita nei confronti del superclassico diventerà di fatto l’ennesima imbalsamazione nella noia, e le nebbie dei ricordi scolastici rischieranno di diventare ancora più fitte e, quel che è peggio, definitive. Forse, lo spot pubblicitario più efficace resta la scrittura (e la vita stessa) di un altro “gran lombardo” come Carlo Emilio Gadda; la prosa debordante, lussureggiante, “spagnolesca” e costantemente autoironica dell’autore di Quer pasticciaccio brutto de via Merulana sembra sgorgare direttamente dalla barocca introduzione al romanzo scritta con evidente divertimento da Manzoni.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE