Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Approvato da Papa Francesco  il nuovo statuto dell’Autorità di informazione finanziaria

È stata pubblicata la lettera apostolica in forma di motuproprio, datata 15 novembre 2013, con la quale il Pontefice ha approvato il nuovo statuto dell’Autorità di informazione finanziaria (Aif). Il provvedimento pontificio entrerà in vigore il prossimo 21 novembre.

Come noto, con il motuproprio dell’8 agosto scorso e con la successiva legge n. XVIII dell’8 ottobre, «recante norme in materia di trasparenza, vigilanza e informazione finanziaria», Papa Francesco aveva rafforzato ulteriormente il quadro istituzionale della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano per prevenire e contrastare le potenziali attività illecite in materia finanziaria, conferendo all’Aif, oltre alle funzioni che essa già aveva sulla base del motuproprio di Benedetto XVI del 30 dicembre 2010, la funzione della vigilanza prudenziale degli enti che svolgono professionalmente attività di natura finanziaria. L’attuale statuto adegua ora la struttura interna dell’Aif alle funzioni che essa è chiamata a svolgere.

In particolare, il testo distingue i ruoli e le responsabilità del presidente, del consiglio direttivo e della direzione, per assicurare che l’organismo possa svolgere più efficacemente le proprie funzioni, con piena autonomia e indipendenza e coerentemente con il quadro istituzionale e giuridico della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano. Inoltre, esso istituisce un apposito ufficio per la vigilanza prudenziale e lo dota delle necessarie risorse professionali.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE