Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Appello di Abbas
contro le violenze

· Stop al dialogo con Israele se continueranno gli attacchi dei coloni ·

«Se Israele continuerà ad aggredire i palestinesi, saremo costretti a rivedere le nostre relazioni con loro». Così il presidente palestinese Mahmoud Abbas è intervenuto ieri nel corso della riunione della Lega Araba al Cairo, incentrata sulle recenti violenze a Gerusalemme e in Cisgiordania.

Il presidente palestinese (Epa)

«Israele non vuole una soluzione pacifica, vista la politica degli insediamenti e gli attacchi alla moschea Al Aqsa» ha proseguito Mahmoud Abbas, ricordando l’impegno della sua presidenza a favore della pace e di una soluzione equa del contenzioso con Israele.

Il presidente palestinese ha incontrato il segretario della Lega Araba, Nabil El Araby, con il quale ha avuto modo di confrontarsi — dicono fonti della stampa internazionale — sui recenti attentati dei coloni ebrei in Cisgiordania e a Gerusalemme est. La scorsa settimana, in un attacco incendiario contro un’abitazione nel villaggio palestinese di Douma, nei pressi di Nablus, un bimbo palestinese di 18 mesi è rimasto ucciso. Durante il loro colloquio Abbas ed El Araby hanno discusso anche dei nuovi piani edilizi approvati dal Governo israeliano, in particolare quelli riguardanti l’ampliamento dell’insediamento di Beit El. Ed è in programma per oggi una riunione d’urgenza dei ministri degli Esteri dei Paesi arabi sempre presso la sede della Lega Araba. Nei giorni scorsi la Giordania ha reso nota la sua intenzione di chiedere al Consiglio di sicurezza dell’Onu di «fornire protezione internazionale al popolo palestinese» e mettere fine all’espansione degli insediamenti.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE