Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Ankara contro l’Is

· Il Governo turco lancia raid aerei e operazioni antiterrorismo ·

Si fa sempre più tesa la situazione al confine tra Turchia e Siria. L’aviazione turca ha eseguito nelle prime ore del mattino numerosi raid aerei contro tre obiettivi del cosiddetto Stato islamico (Is) nel nord della Siria.

Il Consiglio di sicurezza turco riunito ad Ankara (Ap)

Stando a una nota dell’ufficio del primo ministro turco, Ahmet Davutoğlu, gli attacchi contro le postazioni dell’Is sono stati condotti da tre f-16 decollati da una base aerea della provincia meridionale di Diyarbakir. I missili avrebbero colpito diverse postazioni considerate basi dei miliziani. L’operazione è stata decisa dopo la morte, ieri, di un sottufficiale dell’esercito turco, rimasto ucciso nella provincia di Kilis in un attacco sferrato da una zona della Siria sotto il controllo dell’Is. E sempre oggi la polizia turca ha effettuato un blitz antiterrorismo in tredici province del Paese: 251 persone sono state arrestate in quanto sospettate di sostenere jihadisti dell’Is e miliziani del Pkk (Partito dei lavoratori curdi). La lotta all’Is si fa intanto sempre più dura anche in Iraq. Nuovi rinforzi militari dell’esercito iracheno sono giunti ieri a Fallujah, nella provincia a maggioranza sunnita di al Anbar, per consolidare le operazioni in corso contro l’offensiva dei jihadisti.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE