Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Ancora in fuga l’autore della strage di Strasburgo

· Il Papa esprime tristezza, preoccupazione e condanna per l’attacco al mercatino di Natale ·

Dopo l’attentato perpetrato martedì sera al mercatino di Natale di Strasburgo, Papa Francesco ha espresso in un messaggio indirizzato all’arcivescovo Luc Ravel la sua «tristezza e preoccupazione». Il Pontefice ha ribadito «la sua ferma condanna contro tali atti e la sua compassione in particolare alle famiglie coinvolte e a tutte le persone colpite da questo attacco, assicurandole della sua preghiera». Il Papa — prosegue il messaggio — «affida i defunti alla misericordia di Dio e rivolge un pensiero speciale ai professionisti e ai volontari che si prendono cura dei feriti. In segno di consolazione, implora l’abbondanza di benedizioni divine sulle vittime, su coloro che li assistono e su tutti i francesi». Proseguono oggi le ricerche per arrestare Cherif Chekatt, il presunto autore della strage nell’area del mercatino. Secondo la stampa francese, l’uomo avrebbe rivelato di «averlo fatto per vendicare i fratelli morti in Siria». La polizia francese, intanto, ha lanciato un appello ieri sera a eventuali testimoni per trovare l’uomo sospettato di aver compiuto l'attentato nel centro di Strasburgo, importante città nell’est della Francia, che ha fatto due vittime e una persona ferita, attualmente in stato di morte cerebrale. Il presidente della Repubblica, Emmanuel Macron, ha deciso di rafforzare la presenza dei militari dell’operazione Sentinelle, con altri 1800 agenti.

Con l’assalitore tuttora in fuga, il prefetto della regione Jean-Luc Marx ha ritenuto che le condizioni di sicurezza non fossero sufficienti per la riapertura del mercatino e ha deciso «insieme al sindaco e al presidente dell’Eurometropoli che il mercatino rimarrà chiuso anche oggi». L’arcivescovo Luc Ravel invita tutte le comunità parrocchiali a celebrare un tempo di preghiera per le vittime.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 gennaio 2019

NOTIZIE CORRELATE