Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Ambientalista
assassinato in Brasile

Foresta a Barcarena, nello stato brasiliano di Pará. (Reuters)

L’Amazzonia perde un altro leader ambientalista: Paulo Sérgio Almeida Nascimento, uno dei dirigenti dell’associazione Cainquirama che monitora i danni ambientali nella regione amazzonica, è stato assassinato ieri, nella sua abitazione a Barcarena nello stato brasiliano di Pará. Almeida aveva chiesto di recente la protezione della polizia in seguito a minacce di morte. Secondo i legali dell’associazione, l’ultima denuncia dell’ambientalista è stata fatta a febbraio per la fuoriuscita di fanghi rossi da una diga dell’azienda mineraria Hydro che estrae bauxite per produrre alluminio. I fanghi rossi, a causa delle forti piogge, avevano allagato alcuni quartieri di Barcarena.

Secondo l’organizzazione internazionale Global Witness, gli attivisti per la tutela dell’ambiente uccisi nel 2017 sono stati 197, di cui 44 in Brasile.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 giugno 2018

NOTIZIE CORRELATE