Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Altre tragedie
dell’immigrazione

· Recuperati nell’Egeo i corpi di cinque migranti ·

Il Mediterraneo è ancora una volta segnato da tragedie legate all’immigrazione. Le autorità greche hanno recuperato ieri i corpi di cinque migranti nell’Egeo orientale.

Rifugiati e migranti sbarcano sull’isola greca di Lesbo (Afp)

La guardia costiera ha precisato di aver trovato i corpi di tre uomini e una donna al largo dell’isola di Lesbo, mentre il corpo di un altro uomo è stato recuperato al largo di Agathonissi. Si tratta soltanto dell’ultimo episodio di una lunga serie che conferma la gravità dell’emergenza in atto.

Per far fronte alla crisi, l’Unione europea sta studiando nuove misure in vista del vertice alla Valletta i prossimi 11 e 12 novembre. L’ultima proposta è quella di «missioni di funzionari per l’immigrazione dai Paesi europei a quelli africani per verificare e identificare le nazionalità dei migranti irregolari da rimpatriare», e questo «già nel primo trimestre del 2016 da almeno dieci Paesi». Un’altra proposta — dicono fonti comunitarie — è quella di stabilire uno schema permanente di reinsediamento dei profughi e dei rifugiati da avviare prima che questi entrino nei confini dell’Unione, dopo i primi ventimila già decisi nei mesi scorsi.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE