Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

All'Eliseo anche la voce della Chiesa

· Soprattutto i temi etici al centro del colloquio fra il presidente Hollande e il cardinale Vingt-Trois ·

L'iscrizione nella Costituzione del primo articolo della legge del 1905 sulla laicità, la legalizzazione del matrimonio omosessuale, l'allargamento della legge Leonetti sull'eutanasia, le cure palliative: sono stati soprattutto questi i temi del colloquio, svoltosi martedì pomeriggio all'Eliseo, fra il presidente della Repubblica francese, François Hollande, e il cardinale arcivescovo di Parigi, André Vingt-Trois, presidente della Conferenza episcopale. Al termine, nessun comunicato ufficiale, solo brevi dichiarazioni rilasciate dal porporato alla stampa. Su tutte le questione affrontate, Hollande è apparso «ricettivo» e rispettoso della posizione della Chiesa cattolica. Il capo dello Stato «desidera che noi esprimiamo come altri, ebrei, musulmani, protestanti, ortodossi, buddisti, ciò che pensiamo e ciò che ci sembra importante per il futuro»,  ha spiegato Vingt-Trois a «La Croix», precisando come la Chiesa non sia partenaire del Governo più di quanto il Governo lo sia della Chiesa, e tenendo a distinguere le rispettive responsabilità.
Sulle unioni omosessuali, il cardinale ha ricordato che «il matrimonio non è un modo per riconoscere l'autenticità del legame fra due persone che si amano» ma «un'istituzione sociale che assicura, nella maniera migliore possibile, la buona educazione dei figli. Non bisogna confondere le istituzioni», ha sottolineato. Ma sono stati forse l'eutanasia e le cure palliative gli argomenti sui quali si è incentrato il colloquio all'Eliseo, anche perché, nella mattinata, il presidente della Repubblica si era recato alla Maison médicale «Notre Dame du Lac» a Rueil-Malmaison, vicino a Parigi, dove ha tenuto un discorso che ha suscitato positive reazioni.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE