Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Alleanza
contro il terrorismo

· Tra Afghanistan, Pakistan, Cina e Tadjikistan ·

Le forze armate di Afghanistan, Pakistan, Cina e Tadjikistan hanno formato ieri un Meccanismo di cooperazione e coordinamento quadrilaterale (Qccm) per contrastare il terrorismo nella regione. In un comunicato l’ufficio stampa dell’esercito pakistano (Ispr) ha riferito che l’incontro inaugurale del gruppo Qccm contro il terrorismo si è svolto a Urumqi, nella regione autonoma cinese di Xingjian Uygur.

Posto di blocco  della polizia afghana a Herat (Ansa)

I partecipanti alla riunione si sono detti «d’accordo che il terrorismo e l’estremismo sono minacce serie alla stabilità regionale, apprezzando gli sforzi fatti dalle forze di sicurezza dei quattro Paesi contro i gruppi dell’estremismo e del terrorismo».
In Afghanistan oltre agli insorti talebani che combattono da anni contro il Governo di Kabul si teme l’avanzata del cosiddetto Stato islamico (Is) e anche per questo Cina, Pakistan e Tadjikistan hanno dichiarato di voler aumentare il loro sostegno al Governo di Kabul, sia in termini militari che tecnologici.

D’altra parte, la montuosità del territorio afghano ha favorito i gruppi terroristici che sfruttano la tortuosità del paesaggio per nascondersi e pianificare da lì le proprie operazioni (e a questo proposito è emblematico il caso di Al Qaeda, che dal 1996 ha fatto dell’area intorno a Tora Bora e della regione al confine con il Pakistan la propria base). Tale localizzazione dei gruppi terroristici in Afghanistan ha da sempre rappresentato una sfida importante per le forze armate afghane così come per le forze Nato e degli Stati Uniti intervenute nel 2001 nel Paese. Nel frattempo, un elicottero, a quanto sembra proveniente dal Pakistan, ha realizzato ieri un drammatico atterraggio di emergenza nella provincia centrale afghana di Logar, in una zona con forte presenza di talebani. Secondo le prime frammentarie notizie, dopo l’impatto al suolo nell’area di Kata, del distretto di Azra, il velivolo si è incendiato mentre le sei persone che si trovavano a bordo sarebbero state sequestrate dagli insorti. Al riguardo il governatore del distretto, Hamidullah Hamid, ha dichiarato alla stampa che «non è chiaro se i passeggeri dell’elicottero fossero pakistani, indiani o di un’altra nazionalità».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

09 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE