Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Paura in Francia per un incendio
in una centrale nucleare

· Cessato l’allarme nell’impianto di Flamanville ·

 Cessato allarme a Flamanville, nel nord della Francia, dopo l’esplosione e il successivo incendio questa mattina nella centrale nucleare di Edf (Électricité de France), compagnia prima produttrice e fornitrice di energia nel Paese.

l sito della centrale di Flamanville (Ansa)

In un comunicato Edf ha fatto sapere che l’incendio è scoppiato alle ore 8.40 locali, nell’impianto del reattore 1 in una zona definita «non nucleare». Il reattore è stato subito spento per precauzione. La compagnia ha aggiunto che «l’incendio è sotto controllo, non vi sono vittime e non esiste alcun rischio di contaminazione ambientale». Poco dopo la pubblicazione del comunicato dell’azienda, la locale prefettura ha dichiarato «conclusa l’emergenza».

Sono state dunque confermate le rassicurazioni precedentemente diffuse da Olivier Marmion, direttore di gabinetto della prefettura della Manica, che aveva parlato di «cinque persone lievemente intossicate» ma nessun ferito in modo grave.

In un primo momento i vigili del fuoco accorsi avevano parlato di un’esplosione e di un incendio «nel cuore della centrale», forse causato da un corto circuito in sala macchine, ma «fuori dalla zona dove si trovano i reattori» stando alle prime dichiarazioni.

I due reattori della centrale, ciascuno da 1300 megawatt, sono stati costruiti nel 1980. La Edf sta erigendo nel sito un terzo reattore, anche in questo caso in un’area estranea all’incidente.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE