Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Allarme per i migranti a Lesbo

· Insostenibile la situazione nei campi e l’Ue chiede ad Atene di intervenire ·

«La commissione Ue è cosciente che la situazione» dell’accoglienza dei migranti nelle isole greche e in particolare a Lesbo è «insostenibile», ma «dobbiamo essere altrettanto chiari nel dire che spetta ad Atene garantire l’accoglienza adeguata. 

Non possiamo dettare le politiche in Grecia più di quanto possiamo fare negli altri stati membri». Lo ha detto ieri Natasha Bertaud, portavoce dell’esecutivo comunitario per la migrazione. Il maltempo sta inoltre aggravando le condizioni di vita dei migranti in Grecia e nei Balcani, come denuncia Medici senza frontiere, sottolineando che «migranti e rifugiati si trovano costretti al gelo in ripari per nulla adatti alle rigide condizioni invernali». Sulle isole greche in migliaia vivono in campi sovraffollati, all’interno di tende non in grado di resistere a temperature sotto lo zero. Più di 7500 persone, continua la fonte, sono bloccate in Serbia, anche qui in campi pieni oltre il limite e in insediamenti informali. A Belgrado, circa 2000 giovani, provenienti soprattutto da Afghanistan, Pakistan, Iraq e Siria, dormono in edifici abbandonati nel centro della città, mentre le temperature scendono fino a meno 20 gradi. Intanto il ministro dell’interno italiano, Marco Minniti, si è recato a Tripoli, dove ha avuto una serie di colloqui per avviare una nuova fase di cooperazione nella lotta alle organizzazioni criminali che sfruttano i migranti. Nel corso dell’incontro è stato ribadito il sostegno pieno dell’Italia al governo di accordo nazionale e al ruolo della Libia nel contrasto al terrorismo sia a livello regionale che nazionale, in particolare nella regione mediterranea. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

12 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE