Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Allarme ebola in Africa

· L’Oms teme una nuova epidemia ·

L’Organizzazione mondiale per la sanità (Oms) ha ritenuto ieri che il rischio di propagazione dell’epidemia ebola in Repubblica Democratica del Congo è «elevato» e si è detta pronta ad affrontare una catastrofe sanitaria.

Presidio sanitario di emergenza per arginare ebola nella città congolese di Muma (Afp)

«Siamo molto preoccupati e ci prepariamo a tutti gli scenari, anche il peggiore», ha dichiarato il direttore del programma per la gestione delle emergenze dell’Oms, Peter Salama, in un incontro con la stampa a Ginevra. L’Oms ha finora rilevato 32 casi — tra cui due confermati, diciotto probabili e dodici sospetti — che hanno causato diciotto decessi, tra il 4 e il 9 aprile, nella zona di Bikoro, a nord-est di Kinshasa, nei pressi della frontiera con il Congo Brazzaville. «Perché siamo così preoccupati da questa epidemia? Il virus ebola è una malattia mortale, con un tasso di letalità che va dal 20 al 90 per cento. Siamo a conoscenza di alcuni elementi che ci preoccupano perché indicano un rischio di diffusione elevato», ha spiegato Salama. Un motivo di particolare preoccupazione è dovuto al fatto che i casi, anche se circoscritti per ora in una zona rurale, sono stati segnalati in «tre punti distinti», ha specificato il responsabile. Inoltre la presenza tra i casi rilevati di tre operatori sanitari — di cui uno è deceduto — è un fattore aggiuntivo della diffusione dell’epidemia.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 febbraio 2020

NOTIZIE CORRELATE