Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Salvaguardare l’unità tra gli indonesiani

· Messaggio congiunto dei vescovi cattolici e protestanti per il Natale ·

Jakarta, 15. Sull’onda di un crescente fanatismo l’Indonesia rischia di scivolare nella divisione e l’imminente celebrazione del Natale rappresenta per i cristiani un’occasione importante per rafforzare il proprio contributo alla costruzione dell’unità del paese e per sviluppare la capacità di accogliere le differenze. 

È quanto si afferma in un appello congiunto lanciato dalla Conferenza episcopale cattolica indonesiana e dalla Comunione delle Chiese in Indonesia, che riunisce i presuli protestanti. Il documento esprime in primo luogo un sentimento di preoccupazione per le recenti tensioni sociali. «La nostra unità come nazione indonesiana rischia di rompersi», avvertono i presuli che rilevano come negli ultimi tempi sia cresciuto il numero di quanti «vagamente o sfacciatamente, sono tentati di seguire strade e modi diversi della Carta alla base della nostra nazione, la Pancasila», cioè i cinque principi fondamentali di tolleranza e rispetto tra le culture e le tradizioni religiose differenti. In tale luce vengono ricordati i casi di una «competizione politica malsana che giustifica qualunque mezzo» e il «fanatismo ristretto che sfrutta senza remore la religione». In queste condizioni, viene evidenziato, «il desiderio della nostra nazione di creare convivenza e pace diventa difficile da realizzare».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

15 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE