Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Alla ricerca di una soluzione politica
per la crisi ucraina

· Gelo tra Mosca e le cancellerie occidentali ·

La Russia boccia le proposte statunitensi sulla crisi ucraina ma per la prima volta ne preannuncia di proprie, mentre il Consiglio di sicurezza dell’Onu lancia un nuovo appello a Mosca a «trovare una soluzione politica, altrimenti ci saranno conseguenze». In queste ore si susseguono i moniti alla Russia da parte delle cancellerie europee, a partire da Berlino: ormai «c’è poco tempo» avvisa il Governo tedesco, dicendosi pronto a nuove sanzioni. Anche la Francia minaccia nuove sanzioni, forse fin «da questa settimana», se il Cremlino non risponderà alle proposte occidentali di bloccare l’escalation in Ucraina. Ma, intanto, con 78 voti a favore su 81, il Parlamento della Crimea ha dichiarato l’indipendenza dall’Ucraina.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE