Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Alla ricerca di una difficile integrazione

· Celebrato ad Addis Abeba il cinquantesimo anniversario dell’Unione africana ·

Non solo un evento celebrativo, ma un appuntamento anche politico e operativo vuole essere la conferenza, da oggi a lunedì ad Addis Abeba, su «Panafricanismo e rinascita africana», convocata per il 50° di fondazione, il 25 maggio 1953, dell’Organizzazione per l’unità africana (Oua) diventata dal 9 luglio 2002 Unione africana. «La celebrazione di mezzo secolo di vita della nostra organizzazione è un traguardo importante che abbiamo deciso di festeggiare per un anno intero, fino al 24 maggio 2014» ha annunciato la sudafricana Nkosazana Dlamini Zuma, dallo scorso anno presidente della Commissione dell’Unione africana. L’incontro ad Addis Abeba, secondo la presidente della Commissione, ha infatti «l’obiettivo di individuare strategie e road-map per i prossimi cinquant’anni».

Allo stato attuale, i risultati dello sforzo di integrazione continentale e di impegno per la pace e la sicurezza non sono certo soddisfacenti. Così come resta il dubbio che l’Africa possa dare risposte alle esigenze dello sviluppo economico e sociale. Gli schemi tuttora imposti dalla globalizzazione finanziaria, infatti, penalizzano l’Africa più di ogni altra zona del mondo. Come ha ricordato di recente l’ex segretario generale dell’Onu, il ghanese Kofi Annan, «la globalizzazione porta con sé i rischi dell’interdipendenza. Le economie africane saranno ancora condizionate da dinamiche di mercato sulle quali hanno poco controllo». E si aggiungono i ritardi politici e sociali nell’integrazione di un continente rimasto profondamente diviso lungo le linee dell’appartenenza etnica e di classe.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE